UnissResearch

Logo Universitàegli studi di Sassari
titoli, abstracts, parole chiave >>>
Un Infrequente caso di "spindle cell tumor" a localizzazione splenica primaria in un cane: rilievi citologici ed istopatologici, osservazioni istochimiche ed immunoistochimiche

Antuofermo, Elisabetta and Pirino, Salvatore and Rocca, Stefano and Mura, Antonica and Anfossi, Antonio and Zucca, Rosalba and Nieddu, Antonio Mario S. (2004) Un Infrequente caso di "spindle cell tumor" a localizzazione splenica primaria in un cane: rilievi citologici ed istopatologici, osservazioni istochimiche ed immunoistochimiche. In: 1. Congresso nazionale A.I.P.Vet.: atti, 30 Aprile - 1 Maggio 2004, Gargnano, Italia. Milano, AIPVet. p. 83-87. ISSN 1825-2265. Conference or Workshop Item.

[img]
Preview
Full text disponibile come PDF Richiede visualizzatore di PDF come GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
359Kb

Alternative URLs:

Abstract

Tutti i tumori fusocellulari derivano verosimilmente da una unica cellula staminale mesenchimale pluripotente. Macroscopicamente e microscopicamente i tumori delle cellule muscolari lisce e i tumori del tessuto connettivo fibroso, si presentano morfologicamente simili. Abbiamo ritenuto interessante riferire su un cane meticcio, maschio, di quattro anni sottoposto ad eutanasia dopo aver mostrato letargia, anoressia e perdita di peso. Alla necroscopia si osservava una voluminosa neoformazione splenica di colore biancastro, dura e di consistenza fibrosa. Il fegato si presentava notevolmente aumentato di volume con numerose neoformazioni di piccole e medie dimensioni. Diversi campioni appartenenti agli organi sopramenzionati, venivano sottoposti ad una prima osservazione citologica. Parte di questi, dopo fissazione in formalina venivano inclusi in paraffina. Sezioni di 3-5 μ erano sottoposte a colorazioni ordinarie e speciali (H. E., tricromica di Mallory Azan e Van Gieson). Si eseguivano prove immunoistochimiche utilizzando il seguente algoritmo anticorpale: anti pan-citocheratine, anti vimentina, anti fattore VIII, anti-αactina L, anti desmina, anti CD 15, anti S-100. La neoplasia, altamente infiltrante, era costituita da ampi fasci intrecciati di cellule allungate fusiformi, fibroblastosimili, a moderato indice mitotico, disposte in maniera ordinata, a spina di pesce. Esse risultavano positive alla vimentina e alla αactina L e negative alla desmina. Dette caratteristiche ci consentivano di formulare diagnosi di fibrosarcoma, neoplasia a infrequente localizzazione splenica primaria, e di identificare come metastasi della stessa, le neoformazioni riscontrare a livello epatico.

Item Type:Conference or Workshop Item (Lecture)
ID Code:549
Status:Published
Uncontrolled Keywords:Tumore a cellule fusate, milza, metastasi
Subjects:Area 06 - Scienze mediche > MED/08 Anatomia patologica
Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > VET/03 Patologia generale e anatomia patologica veterinaria
Divisions:001 Università di Sassari > 01 Dipartimenti > Patologia e clinica veterinaria
001 Università di Sassari > 03 Istituti > Anatomia patologica
Publisher:AIPVet
ISSN:1825-2265
Deposited On:18 Aug 2009 10:02

I documenti depositati in UnissResearch sono protetti dalle leggi che regolano il diritto d'autore

Repository Staff Only: item control page