titoli, abstracts, parole chiave >>>
Aristotele, Poetica 17 e Retorica III 10-11: μῦθoς e μεταφoρά

Mesturini, Anna Maria (1995) Aristotele, Poetica 17 e Retorica III 10-11: μῦθoς e μεταφoρά. Sandalion, Vol. 16-17 (1993-1994 pubbl. 1995), p. 53-77. Article.

[img]
Preview
Full text disponibile come PDF Richiede visualizzatore di PDF come GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
8Mb

Abstract

Il cap. 17 della Poetica di Aristotele si apre con una prescrizione al poeta riguardo al metodo di comporre i μΰθoι delle tragedie e svilupparli (συναπεργάζεσθαι) per mezzo del linguaggio (τῆλέζει), perfezionandoli poi, quanto più possibile, anche con gli atteggiamenti (καί τoῐς σχήμασιν). L'analisi del passo e l'interpretazione che ne scaturirà mi paiono rimettere in discussione anche la scelta del filone di tradizione del testo, riguardo naturalmente al singolo termine citato: nella lezione ἐναργέστατα del cod. B e dei manoscritti recentiores di epoca umanistico-rinascimentale si ravvisa un criterio esegetico (indizio di possibile, se non probabile, interpolazione), per di più banalizzante rispetto al sistema dottrinario aristotelico, sufficiente - almeno a mio avviso - a renderli, per il passo specifico, assai poco autorevoli.

Item Type:Article
ID Code:4474
Status:Published
Refereed:Yes
Uncontrolled Keywords:Aristotele, Poetica, Retorica
Subjects:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-FIL-LET/02 Lingua e letteratura greca
Divisions:001 Università di Sassari > 01 Dipartimenti > Scienze umanistiche e dell'antichità
Publisher:Università degli studi di Sassari, [Istituto di Filologia classica] – Edizioni Gallizzi
Publisher Policy:Depositato per gentile concessione di Edizioni Gallizzi
Deposited On:02 Sep 2010 10:57

I documenti depositati in UnissResearch sono protetti dalle leggi che regolano il diritto d'autore

Repository Staff Only: item control page