titoli, abstracts, parole chiave >>>
... cuius ossa ex Sardinia translata sunt: alcune osservazioni sugli Herennii di Sardegna

Ibba, Antonio (2008) ... cuius ossa ex Sardinia translata sunt: alcune osservazioni sugli Herennii di Sardegna. In: Epigrafia romana in Sardegna: atti del 1. Convegno di studio (= incontri insulari, I), 14-15 luglio 2007, Sant'Antioco, Italia. Roma, Carocci. p. 111-135. (Collana del Dipartimento di storia dell'Università degli studi di Sassari. Nuova serie, 34). ISBN 9788843045204. Conference or Workshop Item.

Full text not available from this repository.

DOI: 10.1400/105039

Abstract

Nel 1878 Filippo Nissardi segnalò fra alcune iscrizioni una base in calcare da Elmas (Sardegna), individuata verosimilmente sulla moderna via Sulcitana durante i suoi spostamenti fra Cagliari e la villa romana di Bacu Abis (non distante da Carbonia), della quale dirigeva le indagini archeologiche. Solo nel 1889 fu tuttavia possibile arrivare a una corretta interpretazione del testo e identificare la donna onorata sul cippo di Elmas con Herennia M. f. Helvidia Aemiliana, moglie di L. Claudius Proculus Cornelianus, regina (patrona) del cavaliere Ti. Claudius Liberalis Aebutianus e di sua moglie Claudia Nectarea, che le avevano dedicato una seconda base, questa volta di marmo, ritrovata a Tivoli (Lazio) nel 1886 presso il tempio di Ercole Vittore.
La menzione nel testo tiburtino del consolato di Cornelianus potrebbe suggerire che questo secondo documento fosse dedicato ad Aemiliana da due solerti clientes proprio in occasione dell’incarico conferito al marito (dunque verosimilmente nel 139), o in un momento successivo: il cursus honorum di Aebutianus, infatti, nell’ultima fase della sua carriera decurialis eccezionalmente al seguito di imperatori, consoli e pretori, potrebbe suggerire che questo cavaliere era stato in passato uno stretto collaboratore di Cornelianus. In ogni caso è trasparente il desiderio di Aebutianus di esaltare, di fronte ai Tiburtini e nella prestigiosa cornice del santuario, lo status sociale faticosamente conquistato e la lunga carriera percorsa, mentre per la patrona vengono spese poche parole che comunque evidenziavano le importanti relazioni intrecciate dal cavaliere.

Item Type:Conference or Workshop Item (Contribute)
ID Code:4307
Status:Published
Uncontrolled Keywords:Epigrafia, storia sociale, onomastica, Sardegna
Subjects:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ANT/03 Storia romana
Divisions:001 Università di Sassari > 01 Dipartimenti > Storia
Publisher:Carocci
ISBN:9788843045204
Deposited On:30 Jul 2010 13:24

I documenti depositati in UnissResearch sono protetti dalle leggi che regolano il diritto d'autore

Repository Staff Only: item control page