titoli, abstracts, parole chiave >>>
Da Dikan’ka a Pietroburgo: il carnevale cede il passo al grottesco: un’ipotesi di lavoro

Cattani, Alessandra (2009) Da Dikan’ka a Pietroburgo: il carnevale cede il passo al grottesco: un’ipotesi di lavoro. Annali della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Sassari, Vol. 5 (2005 pubbl. 2009), p. 45-52. ISSN 1828-5384. Article.

[img]
Preview
Full text disponibile come PDF Richiede visualizzatore di PDF come GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
158Kb

Alternative URLs:

Abstract

«Боже что за жизнь наша! Вечный раздор мечты с существенностью!».
In questa frase, fatta pronunciare da Nikolaj Gogol’ al suo infelice personaggio Piskarev, uno dei protagonisti del racconto “La Prospettiva Nevskij”, è racchiusa in sintesi la nuova visione del mondo dello scrittore, una visione che si inserisce a metà strada tra la felice Ucraina degli esordi letterari e la Russia amara e deprimente della maturità. A metà strada dunque tra Dikan’ka e Pietroburgo.
In questa sede si intende porre le basi per una nuova chiave di lettura del celebre racconto gogoliano che, a nostro parere, può essere interpretato come un significativo passo in avanti dello scrittore verso quel grottesco che caratterizzerà la sua produzione matura e che segna un netto contrasto con lo scanzonato, carnevalesco mondo di Dikan’ka.

Item Type:Article
ID Code:3545
Status:Published
Refereed:Yes
Uncontrolled Keywords:Nikolaj Gogol, Dikan'ka, ermeneutica
Subjects:Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-LIN/21 Slavistica
Divisions:001 Università di Sassari > 01 Dipartimenti > Scienze dei linguaggi
Publisher:Università degli studi di Sassari, Facoltà di Lingue e letterature straniere
ISSN:1828-5384
Deposited On:04 Feb 2010 11:29

I documenti depositati in UnissResearch sono protetti dalle leggi che regolano il diritto d'autore

Repository Staff Only: item control page