titoli, abstracts, parole chiave >>>
Il Diritto uniforme e comunitario per la sicurezza dei trasporti marittimi con riguardo all'allargamento dell'Unione Europea

Comenale Pinto, Michele Maria (2004) Il Diritto uniforme e comunitario per la sicurezza dei trasporti marittimi con riguardo all'allargamento dell'Unione Europea. Diritto @ storia (3). ISSN 1825-0300. Article.

[img]
Preview
Full text disponibile come PDF Richiede visualizzatore di PDF come GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
160Kb

Alternative URLs:

Abstract

Il Trattato istitutivo della Comunità economica europea, nell'art. 84 del testo originario (corrispondente all'attuale art. 80), prevedeva l'unanimità nel Consiglio per l'adozione di disposizione per la navigazione marittima ed aerea, sottraendo così tali materie all'applicazione delle disposizioni del titolo IV (attuale titolo V), ma non, ai princìpi generali del Trattato, come venne precisato dalla Corte di giustizia nella celebre decisione del 1974 sui marittimi francesi. Con l'Atto Unico Europeo del 1986 venne introdotta la regola della maggioranza qualificata anche per la navigazione marittima ed aerea, sia pure con esclusione delle materie coperte dall'art. 75, comma 3 del testo originario (attuale art. 71), per le quali venne mantenuta la regola dell'unanimità, costituendo così i presupposti sui quali si è sviluppata la successiva azione della Comunità anche in materia di trasporti marittimi ed aerei. L'inizio della più incisiva politica comune nella materia può essere fatto risalire alla comunicazione della Commissione sulla sicurezza dei mari del 1993, che individuava alcuni capisaldi su cui basare l'azione comunitaria, fra cui, una convergenza nell'applicazione delle regole internazionali esistenti e nell'adozione di regole internazionali omogenee da parte degli Stati portuali, lo sviluppo di sistemi di ausilio della navigazione e di sorveglianza del traffico e, infine, l'assunzione da parte dell'Unione europea di un ruolo di promozione dell'attività di regolamentazione a livello internazionale. Il recente allargamento dell'Unione europea induce a qualche considerazione specifica sul quadro comunitario dei trasporti marittimi, tenuto conto del radicale mutamento del contesto nel quale questo deve operare, rispetto a quello dell'originaria Comunità a sei membri, in cui i servizi marittimi erano essenzialmente costituiti da relazioni con Stati terzi, con scarso rilievo, viceversa, delle relazioni intracomunitarie.

Item Type:Article
ID Code:226
Status:Published
Refereed:Yes
Uncontrolled Keywords:Trasporti marittimi, navigazione, allargamento, campo marittimo, politica marittima
Subjects:Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/06 Diritto della navigazione
Divisions:001 Università di Sassari > 01 Dipartimenti > Scienze giuridiche
Publisher:Diritto @ storia
ISSN:1825-0300
Deposited On:18 Aug 2009 10:01

I documenti depositati in UnissResearch sono protetti dalle leggi che regolano il diritto d'autore

Repository Staff Only: item control page