titoli, abstracts, parole chiave >>>
Variazioni qualitative dei frutti di arancio "Tardivo di san Vito" durante la frigoconservazione

Piga, Antonio <1965- > and D'Aquino, Salvatore and Agabbio, Mario Carlo Salvatore and Delogu, M. (2000) Variazioni qualitative dei frutti di arancio "Tardivo di san Vito" durante la frigoconservazione. In: Biodiversità: germoplasma locale e sua valorizzazione: atti del 4. Convegno nazionale, 8-11 settembre 1998, Alghero, Italia. Sassari, Carlo Delfino editore. p. 629-632. ISBN 88-7138-191-2. Conference or Workshop Item.

[img]
Preview
Full text disponibile come PDF Richiede visualizzatore di PDF come GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
315Kb

Abstract

"Tardivo di san Vito" orange fruits, a local late ripening cultivar, were cold stored. Harvesting took place in the second half of April from trees grafted on sour orange at the experimental station of CNR at Oristano. Fruit were selected for minimal blemishes and size and randomly divided in two plots before being cold stored at 3 or 8°C and 95% of relative humidity (RH) for 12 weeks. Fruits were transferred to 20°C and 70% RH after 6 and 12 weeks of cold storage to simulate shelf-life (SL). Fruits were inspected at harvest and at the end of both cold storage and SL periods for the following parameters: overall appearance, main chemical parameters (pH, titrable acidity, total soluble solids, ascorbic acid). Percent weight loss, decay and chilling injury incidence were also recorded at the above cited inspection times, except harvest. Results clearly indicate that "Tardivo di San Vito" orange fruit can withstand the lowest storage temperature of this trial. In fact, fruits show an excellent resistance to pathological breakdown, to chilling injury and maintain a good quality during the whole storage period.

Si riferisce su una prova di frigoconservazione di frutti di arancio "Tardivo di san Vito", che costituisce una varietà locale a maturazione tardiva con discrete caratteristiche organolettiche. I frutti sono stati raccolti nella seconda decade di Aprile da alberi innestati su arancio amaro, presso l'agrumeto sperimentale del CNR ad Oristano. All'arrivo in laboratorio, dopo una selezione volta a scartare i frutti che presentavano difetti o danni meccanici, il campione e stato suddiviso in due lotti, corrispondenti a due regimi termici di conservazione. La refrigerazione è stata condotta alle temperature di 3 e 8°C e 90% di umidità relativa (UR) per un periodo totale di 12 settimane. Al termine della sesta e dodicesima settimana la metà di ogni lotto è stata trasferita a 20°C e 70% di UR per simulare le condizioni di mercato (SL). Alla raccolta e al termine dei succitati periodi sono stati determinati i seguenti parametri: analisi soggettiva dell'aspetto esterno, principali parametri chimici (pH, acidità titolabile, solidi solubili totali, acido ascorbico). Al termine di ogni periodo di conservazione sono state, inoltre, rilevate le percentuali di calo peso e di marciumi e rilevati i danni da freddo sull'epicarpo. I risultati ottenuti evidenziano una ottima conservabilità anche alla temperatura più bassa. Infatti, i frutti sono risultati resistenti alle alterazioni patologiche, agli stress da freddo e hanno mantenuto delle caratteristiche di commerciabilità accettabili per tutta la durata della prova.

Item Type:Conference or Workshop Item (Lecture)
ID Code:1633
Status:Published
Uncontrolled Keywords:Oranges, cold storage, quality changes, Sardinia, arance, frigoconservazione, variazioni qualitative, Sardegna
Subjects:Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > AGR/15 Scienze e tecnologie alimentari
Divisions:002 Altri enti e centri di ricerca del Nord Sardegna > CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche > Istituto di scienze delle produzioni alimentari, Sassari
001 Università di Sassari > 01 Dipartimenti > Scienze ambientali agrarie e biotecnologie agro-alimentari
Publisher:Carlo Delfino editore
ISBN:88-7138-191-2
Publisher Policy:Depositato per gentile concessione dell'Editore
Deposited On:18 Aug 2009 10:05

I documenti depositati in UnissResearch sono protetti dalle leggi che regolano il diritto d'autore

Repository Staff Only: item control page